I’m not an acrome

Si torna e si riparte, si lascia una terra e si corre a scoprirne un’altra.
E in tutto questo cercare, spalanco gli occhi sul mio centro instabile
e dipingo le colline all’orizzonte con quella pennellata veloce e marcata
e gli occhi velati di tristezza ed assenzio che io adoro in te,
mio dolcissimo Vincent.
Lepri e pecorelle, città nuove ed una stanzetta di agriturismo.
Mi chiedo come comporrò la tavolozza,
al diavolo gli studi sul colore.
Senti in bocca il confortante tujone mentre nel naso sale la canfora.
La mente ricca di terpene si fa anomala, lo sento.
Tu forse mi capiresti se ora mi diverto ad accostare il verde e il rosso,
quieto uno, saettante l’altro.
Mi chiedo che ne verrà fuori,
mi chiedo chi ne guadagnerà in brillantezza.
 

P2010039

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Coccinella Grassottella. Contrassegna il permalink.

2 risposte a I’m not an acrome

  1. Claudio ha detto:

    Molto piacevole agli occhi il tuo quadro..complimenti..
    Baci…Claudio

  2. Valentina ha detto:

    ciao cara come stai? i tuoi studi??
    io sono un po’ assente dal web.. vado a periodi….
    un baciotto
    Vale*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...